Recensione

"COUP"


Recentemente mi è stato fatto provare da amici un piccolo gioco di carte di cui non avevo mai sentito parlare prima: sono bastate poche partite ed è stato subito amore!

Vestiremo i panni di un ufficiale governativo di un futuro distopico che dovrà raggiungere il potere assoluto usando l’’influenza di alcune figure della Nobiltà ed esiliando gli avversari: COUP!



INFORMAZIONI DI GIOCO


Coup è un gioco del 2012 di Rikki Tahta, da 2 a 6 giocatori dai 13 anni in su, per partite da circa 15 min, edito da

La Mame Games.



CONTENUTO DEL GIOCO


Componenti di gioco


All’interno della scatola di Coup ci sono pochi ed essenziali materiali di gioco:

  • 15 carte personaggio: 3 Duke (Duca), 3 Assassin (Assassino), 3 Captain (Capitano), 3 Ambassador (Ambasciatore), 3 Contessa (Contessa);
  • 6 carte riassuntive;
  • 50 gettoni/monete;
  • Un breve regolamento.



SCOPO DEL GIOCO


Lo scopo del gioco è quello di eliminare tutte le influenze degli altri giocatori, ovvero eliminare tutte le carte degli avversari rimanendo l’ultimo giocatore con almeno una carta in mano.



PREPARAZIONE DEL GIOCO


Per cominciare a giocare a Coup ci vuole davvero un minuto: mescolate tutte le “carte personaggio” e distribuite 2 a ciascun giocatore. Ogni giocatore guarda le sue carte e le posiziona coperte davanti a sè tenendole segrete a tutti gli altri. In ogni momento ognuno potrà guardarle di nuovo. Poi mettete le carte rimanenti in mezzo al tavolo (mazzo della Corte), distribuite 2 monete a ciascun giocatore ed anche queste ultime, come per le proprie carte, dovranno essere visibili agli altri giocatori. Ponete le monete rimanenti in mezzo alla zona di gioco, formando la “banca comune”. Il giocatore che ha vinto al gioco precedente inizia la partita.


SVOLGIMENTO DEL GIOCO


Prima di iniziare chiariamo il concetto di “influenza”.


Ognuno dei 5 personaggi ha delle abilità proprie, e le nostre carte rappresentano su quali personaggi possiamo affermare la nostra influenza, usufruendo delle loro capacità.

Ogni volta che un giocatore perde influenza deve scegliere e rivelare una delle carte coperte che ha davanti a sè. Le carte rivelate restano visibili a tutti e non possono più fornire influenza al giocatore. Quando un giocatore ha perso tutta la sua influenza (ovvero ha rivelato entrambe le sue carte) viene bandito dalla città ed esce dal gioco.

Una partita a Coup si svolge a turni in senso orario, in ognuno dei quali ogni giocatore deve fare un’AZIONE e non gli è permesso passare il turno. Dopo aver scelto la propria azione, gli altri giocatori hanno l’opportunità di sfidare o contrattaccare questa azione, ma se l’azione scelta non viene sfidata o contrattaccata, essa riesce automaticamente. Le sfide vengono risolte prima di qualunque altra azione o contrattacco.

Le AZIONI disponibili si dividono in quelle “generali” (cioè sempre disponibili a tutti) e quelle che “necessitano l’influenza” su determinati personaggi (Azione del Personaggio). Il giocatore può scegliere qualunque azione, a patto però che possa pagare l’azione scelta. Se un giocatore sceglie una Azione del Personaggio egli deve dichiarare che il relativo personaggio è tra le carte coperte davanti a sè. Può dire la verità o bluffare. Non è necessario mostrare alcuna carta coperta, a meno che non venga sfidato. Se non viene sfidato il giocatore esegue l’azione automaticamente.


AZIONI GENERALI:


  • Rendita: prendere una moneta dalla banca.
  • Aiuti stranieri: prendere 2 monete dalla banca (può essere bloccata dal Duca).
  • Colpo di stato: pagare 7 monete alla banca e lanciare un colpo di stato contro un altro giocatore. Questo giocatore perde immediatamente un’influenza non avendo possibilità di contrattaccare in nessun modo. Se iniziate il turno con 10 monete o più dovete dichiarare obbligatoriamente un Coup (colpo di stato).


AZIONI DEI PERSONAGGI:

-Duca:

Tasse: Prendere 3 monete dalla banca.

-Assassino

Assassinare: pagare 3 monete alla banca e dichiarare questa azione contro un altro giocatore. Se riesce, l’avversario perde immediatamente un’influenza (può essere bloccato dalla Contessa).

-Capitano:

Estorcere: prendere 2 monete da un altro giocatore. Se l’avversario ha una sola moneta viene rubata solo quella (può essere bloccata dall’Ambasciatore o dal Capitano).

-Ambasciatore

Scambio: pescare 2 carte dal mazzo della Corte, mescolarle con le vostre carte coperte e scegliere quelle che volete conservare poi rimettere 2 carte nel mazzo della Corte.

Oltre alle AZIONI vi sono i CONTRATTACCHI i quali servono per reagire a determinate azioni svolte dagli avversari. Se un’azione viene contrattaccata con successo, l’azione fallisce ma le monete richieste vengono comunque spese.

I CONTRATTACCHI funzionano come le Azioni dei Personaggi ovvero i giocatori possono dichiarare l’influenza di qualunque personaggio e utilizzare la sua capacità per contrattaccare un altro giocatore. Anche qui si può dire la verità o bluffare, e non è necessario mostrare le carte a meno di essere sfidati. I contrattacchi possono essere sfidati, ma se questo non accade, essi riescono automaticamente.

-Duca:

Bloccare un aiuto straniero: ogni giocatore che dichiara un Duca può contrattaccare un giocatore che cerca di ottenere un aiuto straniero. Il giocatore che cerca di ottenere questo aiuto non riceve alcuna moneta.

-Contessa:

Bloccare un assassinio: il giocatore che subisce l’assassinio può utilizzare la Contessa come contrattacco per bloccare l’Assassino. L’assassinio fallisce, ma le monete per l’azione vengono comunque spese.


-Ambasciatore/Capitano:

Bloccare un’estorsione: il giocatore che è vittima di un’estorsione può utilizzare una di queste due carte per contrattaccare e bloccare l’azione. Il giocatore che tenta l’estorsione non riceve alcuna moneta.

Infine vi sono le SFIDE: ogni azione o contrattacco che utilizza le capacità di un personaggio può essere sfidata. Qualunque giocatore può lanciare una sfida contro un altro giocatore anche se non è direttamente coinvolto nell’azione in corso. Una volta che un’azione o un contrattacco viene dichiarato, gli altri giocatori hanno l’opportunità di lanciare una sfida. Le sfide non sono retroattive.

Se un giocatore viene sfidato deve provare che possiede l’influenza necessaria e lo fa mostrando la carta del personaggio del quale ha dichiarato avere l’influenza.

Se non è in grado di provarlo egli perde la sfida, al contrario, se può dimostrarlo è lo sfidante a venire sconfitto.

Chi perde una sfida perde immediatamente un’influenza (rivela una carta). Se un giocatore vince la sfida mostrando la carta corretta egli deve mettere questa carta nel mazzo della Corte, mescolarlo e prendere a caso una nuova carta (in questo modo non perde influenza e gli altri giocatori non conoscono la nuova carta).

Se l’azione viene sfidata con successo l’azione fallisce e le monete pagate tornano al giocatore.


Le carte di gioco


CONCLUSIONI



La copertina di Coup

Coup è il classico gioco che è più difficile spiegare che giocare! Fate fare un giro di prova a tutti i giocatori e in men che non si dica tutti avranno magicamente capito come funziona. Anche perché questo gioco si potrebbe riassumere in una semplice ma fondamentale regola: puoi fare tutto quel che vuoi fino a che qualcuno ti sfida! La semplicità nelle regole, la super portabilità ( 15 carte e una manciata di gettoni), e la durata molto contenuta delle partite fanno di Coup un gioco quasi Psicologico da poter intavolare con chiunque e dovunque. La lettura degli avversari, ma anche del flusso di gioco direi, è di vitale importanza e questa capacità vi porterà ad avere un discreto vantaggio sugli avversari!

L’ambientazione non si sente minimamente, ma non è un grande problema: infatti non penserete neanche per un secondo al mondo distopico in cui dovreste trovarvi con la corruzione che dilaga in ogni dove, ma penserete solamente a bluffare, racimolare monete, e scoprire gli inganni degli avversari. Vi sconsiglio di giocare in 2 o 3 giocatori perché lo trovo un po’ piatto e poco stimolante, ma da 4 giocatori in su la storia cambia notevolmente! Le uniche due “pecche” che posso trovare sono:

  • Non c’è un’edizione Italiana al momento (anche se la dipendenza dalla lingua è nulla una volta imparate le varie azioni possibili),
  • Quasi al termine della partita, vuoi per le carte scoperte o per le monete possedute dai giocatori, alcune scelte sono obbligate e dettate dalle situazioni di gioco.

Tolto questo, il gioco è molto divertente e vi porterà a imbrogliare i vostri amici o ad essere beccati con le mani nel sacco! Provatelo assolutamente e fateci sapere!


Acquista il prodotto su Amazon da questo link per supportarci 😉

Autore: Andrea Del Simone

BIOGRAFIA DELL' AUTORE

Andrea Del Simone (Autore)



Ciao a tutti! Mi chiamo Andrea, ho 31 anni e vivo a Tirano in provincia di Sondrio. La mia passione per i giochi da tavolo nasce quando ero bambino, per poi essere abbandonata causa studio, lavoro ed altre vicissitudini. L'ho ripresa in maniera "seria" da pochi anni e ho deciso di rituffarmi in questo bellissimo mondo. Grazie ad Angelo ho potuto provare a raccontare la mia passione e voglia di giocare con le mie recensioni, cercando di farlo al meglio! Spero che quello che scrivo vi piaccia e porti anche voi a condividere con noi il vostro amore per i giochi da tavolo!