Recensione

"Crypt"

♠ RECENSIONE DI CRYPT♠

Il re è morto, e noi, suoi giovani eredi, non è che siamo molto contenti del fatto che abbia voluto portare con sé nella tomba tutti i suoi averi! Ma non c’è problema, perché con i nostri fedeli servitori riusciremo a rubare tutti i tesori sepolti con lui! Giochiamo a CRYPT!


♠ INFORMAZIONI DI GIOCO ♠

CRYPT è un gioco di Andrew Nerger e Jeffrey Chin, da 1 a 4 giocatori, dai 14 anni in su, per 20/25 min a partita, edito in italia dalla Gateongames.


♠ CONTENUTO DEL GIOCO ♠

La scatola del gioco è piccola, dato che al suo interno c’è solamente un mazzo di carte e una manciata di dadi, trasportabilissima, e molto ben strutturata e illustrata; infatti sembra di avere per le mani una minuscola vera e propria tomba, che tra l’altro, come vedremo dopo, è anche funzionale durante la partita.

Al suo interno troviamo:

- Un piccolo libriccino delle regole

- 48 carte Tesoro

- 4 carte Giocatore

- 2 carte Torcia

- 6 carte Mercante

- 12 dadi Servitore (3 di ogni colore relativo ai giocatori)


♠ SCOPO DEL GIOCO ♠

Lo scopo del gioco è quello di raccogliere la collezione di tesori più preziosa possibile. I tesori del nostro defunto sovrano si dividono in 6 categorie: Idoli, gioielli, manoscritti, ceramiche, testi sacri e arazzi. Che a loro volta vanno da un valore in monete tra 1 e 4.


♠ PREPARAZIONE DI GIOCO ♠

Innanzitutto ogni giocatore prende una carta Giocatore e i 3 dadi Servitore del colore corrispondente, piazzandoli sull’apposito spazio della carta Giocatore.

Poi si posizionano i 6 Mercanti in fila, scegliendo se usare il lato A o B delle carte, dato che ogni lato di ogni carta Mercante da bonus o benefici diversi.

Ora in base al numero di giocatori si rimuoveranno delle carte tesoro dal mazzo: in 1 o 2 giocatori si rimuovono 24 carte (contrassegnate col simbolo III e IV), in 3 giocatori se ne rimuovono 12 (contrassegnate col simbolo IV), mentre in 4 giocatori si useranno tutte le carte del mazzo. Si dovrà poi mescolare il mazzo dei Tesori e posizionarlo coperto sul tavolo.

Scegliete il primo giocatore casualmente, e ad esso sarà data la carta Torcia Leader, mentre al giocatore a destra di quest’ultimo sarà data la carta Torcia Luci spente (in 2 giocatori il Leader ottiene anche la carta Luci spente).

Siamo pronti ad arraffare tesori!


♠ SVOLGIMENTO DEL GIOCO ♠

Il gioco si svolge in round suddivisi in 4 fasi: Rivelare, Reclamare, Raccogliere, Passare la Torcia.

RIVELARE

All’inizio di ogni round si pescano un certo numero di carte Tesoro dal mazzo e si posizionano al centro del tavolo per formare la cripta: in 1 o 2 giocatori se ne pescano 3 (2 scoperte e una coperta), in 3 giocatori se ne pescano 4 (3 scoperte e una coperta), e in 4 giocatori se ne pescano 6 (4 scoperte e 2 coperte).

RECLAMARE

Iniziando dal Leader e procedendo in senso orario nel suo turno di gioco ogni giocatore può reclamare delle carte tesoro, posizionando un qualsiasi numero di dadi Servitore che possiede sulle carte Tesoro che vuole aggiudicarsi. Più il valore del dado sarà alto, più sarà difficile per gli altri giocatori scacciarlo via, tuttavia sarà più probabile che nella fase successiva il proprio servitore diventi esausto, il valore del dado che posizioniamo sulla carta rappresenta lo sforzo del Servitore, quindi maggiore è il valore (lo sforzo), maggiore sarà la possibilità di perdere quel servitore che diventerà esausto. Ovviamente si possono posizionare più dadi sulla stessa carta, a patto che ogni Servitore abbia lo stesso valore di sforzo.

Chi vorrà potrà anche cercare di aggiudicarsi i tesori coperti, giocando un po’ al buio diciamo, dato che delle carte coperte non si conosce il valore in denaro ma si riconosce solo la tipologia (gioielli, arazzi ecc.).

I giocatori successivi potranno reclamare tesori non ancora reclamati oppure scacciare i Servitori precedentemente messi da un avversario. Per fare questo dovranno mettere all’opera uno o più lavoratori con un valore di sforzo totale superiore a quello degli altri dadi presenti sulla carta.

Tutti i dadi scacciati tornano sulla carta giocatore, mentre gli altri rimangono sul Tesoro. Il giocatore con la carta Luci spente (ovvero chi è l’ultimo di turno) potrà posizionare i suoi servitori solo su una carta Tesoro. In caso si stesse giocando una partita a 2 giocatori, il leader ha anche le carte luci spente, quindi potrà svolgere un turno addizionale per reclamare.

Se durante questa fase non abbiamo servitori disponibili perché tutti esausti, abbiamo la possibilità di recuperarli tutti, ovviamente senza la possibilità per questo turno di poter reclamare tesori. Possiamo recuperare 1 o due dadi esausti anche se, durante questo turno, i nostri altri lavoratori sono stati scacciati da tutti i tesori.

RACCOGLIERE

Ogni carta Tesoro non reclamata viene scartata, senza rivelare quelle eventualmente coperte, poi a turno ogni giocatore prende le carte che ha conquistato con la fatica dei suoi Servitori, e per ognuno tira il dado: se il risultato corrisponde ad un valore di sforzo uguale o superiore a quello utilizzato, il dado tornerà disponibile sulla carta Giocatore, altrimenti quel lavoratore sarà sfinito per il troppo sforzo e dovrà essere messo nel coperchio della scatola che raccoglie tutti i servitori esausti. I tesori comunque raccolti vanno posizionati davanti a noi, coperti, separati in colonne per tipologia; se possediamo abbastanza carte Tesoro che soddisfano il requisito di un Mercante, possiamo ottenerne la ricompensa, infatti le carte Mercante sono comuni, e i loro benefici sono sempre disponibili a tutti i giocatori.

PASSARE LA TORCIA

Entrambe le carte Torcia scorrono tra i giocatori di una posizione in senso orario, poi si ricomincia un nuovo round fino a che i Tesori del mazzo non sono terminati.

FINE DELLA PARTITA

Il punteggio finale viene determinato dal valore delle monete presenti sulle carte tesoro della propria collezione, dal valore di monete Bonus dato dai mercanti, e dai dadi servitore non esausti rimasti, che valgono 1 moneta ciascuno. Il giocatore con il valore di monete maggiore è il vincitore.

♠ CONCLUSIONI ♠

Crypt è un gioco che si può portare davvero ovunque, da sfoderare quando si hanno una ventina di minuti liberi o da riempire. La meccanica del posizionamento dadi è originale, per nulla banale, ma di facile comprensione e assimilazione. Il regolamento si capisce in un turno di gioco, e tutto scorre via liscio, rendendolo un gioco perfetto anche da giocare in famiglia o da chi è meno avvezzo ai giochi da tavolo, o perché no anche come introduttivo. Lo svolgimento della partita rivela una componente tattica non trascurabile: difatti valutare turno per turno quale Tesoro è meglio recuperare (anche in base ai mercanti disponibili), quali valori dei dadi usare (per rischiare di più o di meno l’esaurimento di un nostro lavoratore),e quale Servitore avversario scacciare(anche solo per restituire una “bastardata” ricevuta il turno prima!), vedrete che sarà meno facile di quello che può sembrare! Detto questo però questo fillerino vi farà spesso digrignare i denti perché la dea bendata manderà in fumo ogni vostra idea tattica in un lampo! Quindi per concludere questo Crypt a me non dispiace per niente: è leggero e divertente, e giocandolo si fanno sempre delle grosse risate, lasciandoti a fine partita con la voglia di vendicarti e di riprovare a collezionare il miglior set possibile! La versione in solitario non la trovo stimolantissima, anche se giocabile, così come il giocarlo in 2 giocatori. Diciamo che in 3 o 4 da il meglio di se!

Esiste inoltre una piccola espansione (se così si può chiamare) che aggiunge varianti di gioco cooperative, a squadre, e porta il gioco a 6/8 giocatori (se si possiede un'altra copia del gioco base).

Infine grande plauso alle illustrazioni e alla grafica che nella loro semplicità risultano comunque davvero belle e caratterizzanti!

Beh se avete l’occasione di provarlo non tiratevi indietro per una partita a Crypt, e chissà che magari lo vorrete nel vostro scaffale per una partitina veloce coi nonni o gli zii al posto della solita briscola!

Acquista il prodotto su Amazon da questo link per supportarci 😉


Andrea Del Simone

Passione Giochi da Tavolo

BIOGRAFIA DELL' AUTORE

Andrea Del Simone (Autore)



Ciao a tutti! Mi chiamo Andrea, ho 31 anni e vivo a Tirano in provincia di Sondrio. La mia passione per i giochi da tavolo nasce quando ero bambino, per poi essere abbandonata causa studio, lavoro ed altre vicissitudini. L'ho ripresa in maniera "seria" da pochi anni e ho deciso di rituffarmi in questo bellissimo mondo. Grazie ad Angelo ho potuto provare a raccontare la mia passione e voglia di giocare con le mie recensioni, cercando di farlo al meglio! Spero che quello che scrivo vi piaccia e porti anche voi a condividere con noi il vostro amore per i giochi da tavolo!