Recensione "Gnomeland"


Recensione di “Gnomeland”


Descrizione

I diversi clan del Paese di Gnomeland si sfidano per raggiungere ricchezze e gloria. Tuttavia gli gnomi sono creature confusionarie e imprevedibili. Un buon capo dovrà saper gestire i propri gnomi e far crescere il proprio villaggio, così da prevalere sugli altri e diventare il più importante di Gnomeland.

I giocatori, dopo aver lanciato i dadi, potranno abbinare i risultati ottenuti agli edifici presenti nel proprio villaggio. In questo modo sarà possibile accumulare risorse da spendere per assoldare mercenari, costruire nuovi edifici più potenti e svolgere missioni. Alla fine dei 5 round chi avrà ottenuto più punti vittoria sarà il vincitore.

MATERIALI

Nella coloratissima scatola di Gnomeland, troviamo:

  • Un tabellone di gioco;
  • 4 Plance Villaggio; una per ogni giocatore nei colori
  • 20 carte Edificio Normale; 5 per ogni giocatore
  • 20 carte Edificio Speciale; 5 per ogni giocatore
  • 27 carte Mercenario, divise in:
  • 9 carte Soldato;
  • 9 carte Mago;
  • 9 carte Mercante;
  • 10 carte Missione; fronte base, retro avanzato (croce bianca)
  • 10 carte Azione;
  • 9 carte Incantesimo;
  • 12 dadi colorati; 3x in colori Rosso,Arancione,Blu,Verde
  • 4 dadi neutri (bianchi);
  • 24 pedine gnomo, 6 per giocatore, di cui una utilizzata come segnapunti;
  • 4 segnalini Magia; una per giocatore
  • 1 segnalino Primo Giocatore;
  • 40 segnalini Risorse
  • 16 cubetti Denaro (giallo)
  • 12 cubetti Mana (azzurro);
  • 12 cubetti Armi (rosso);
  • Regolamento.


Scopo del gioco

Per vincere si deve avere il maggior numero di punti vittoria al termine dei 5 round di gioco, costruendo edifici e completando missioni.


SETUP

Il setup avviene in questo modo:

Al centro del tavolo viene piazzato il tabellone, ciascun giocatore posiziona la propria Plancia Villaggio vicino a sé, con i relativi dadi, segnalino magia e 5 gnomeeple (dello stesso colore relativo alla propria plancia villaggio); i 5 gnomeeple vanno nella Casa degli Gnomi (il secondo edificio della riga superiore della Plancia Villaggio).

Dopo aver mischiato i mazzi di carte, essi vanno collocati agli angoli del tabellone lasciando solo alcune carte su di esso, come segue:


Carte Missione (parte inferiore del tabellone): le prime due carte del mazzo devono occupare i due spazi di sinistra, con la bandierina a tinta unita verso l’alto; gli altri due spazi (quelli di destra) restano senza carte.


Carte Azione (in alto a sinistra): una carta scoperta per ciascuno spazio della Taverna;

Carte Incantesimo (in alto a destra): una carta scoperta sulla Torre del Mago. Carte Mercenario: divise in tre mazzetti (Soldato, Mago e Mercante) vanno posizionate a lato del tabellone, a faccia in su.



A ciascun giocatore vengono distribuite tutte le carte Edificio (speciali e normali) del suo colore.

I segnalini risorse vanno accanto al tabellone, alla portata di tutti.

Il meeple di dimensione maggiore di ciascun giocatore è posto sulla casella “zero” della cornice-segnapunti presente sul tabellone.

MECCANICHE

Durante il proprio turno, ogni giocatore deve spendere i propri dadi (non è necessario però spenderli tutti in un unico lancio) per ottenere le risorse date dagli edifici normali e può posizionare uno dei propri Gnomi sopra una delle due carte azione presenti sul tabellone principale per ottenere immediatamente i benefici che essa concede. Le pedine Gnomo così giocate, vengono rimosse dal gioco alla fine del round.

Il giocatore con le risorse così ottenute può, durante il proprio turno, svolgere quante delle seguenti azioni vuole:


Assoldare mercenari – pagandone il costo indicato in alto a sinistra, un giocatore può accaparrarsi un mercenario che potrà venire speso per ottenere una risorsa specifica (indicata in alto a destra) Le carte mercenari risultano utili durante i turni in cui si ottengono più risorse, ma si hanno poche combinazioni per sfruttarle, per convertirle e/o non perderle se restano inutilizzate alla fine del round o per eseguire specifiche carte missioni

Costruire o potenziare un edificio normale – pagando la quantità di materiali richiesta in alto a sinistra si possono costruire nuovi edifici che vanno a sostituire quelli presenti con nuove combinazioni di risorse ottenibili. Quando si costruisce un edificio sopra ad un altro esistente, quello sotto smette di esistere e i suoi effetti non valgono più. Si può però sfruttare nello stesso turno gli effetti del nuovo edificio appena costruito, se il precedente sopra cui è stato posizionato non era stato ancora utilizzato per ottenerne le risorse.



Costruire o potenziare edifici speciali – come per gli edifici normali, pagando la somma richiesta, si possono costruire o migliorare gli edifici speciali e vi è la possibilità di utilizzare immediatamente il potere del nuovo edificio, una volta per turno. Se però abbiamo utilizzato il potere di un edificio speciale e dopo lo abbiamo migliorato, non potremo (durante questo turno) utilizzare anche il potere dato dalla miglioria di tale edificio.


Completare missioni – pagando la somma richiesta dalle carte missioni (posta sempre in alto a sinistra) il giocatore può svolgere una missione ed ottenere subito le varie ricompense (denaro, mana, armi, mercenari o succulenti punti vittoria)

Attivare una carta azione – ponendo una pedina Gnomo sopra ad una carta azione, il giocatore ottiene immediatamente il bonus descritto da tale carta. Alla fine del round, tutte le pedine Gnomo poste sopra le carte azione dovranno essere rimosse dal gioco.

Lanciare un incantesimo – il giocatore pone il proprio segnalino magia sopra alla carta incantesimo, paga la quantità di mana richiesta e ne attiva subito gli effetti. Le carte incantesimo permettono di ottenere punti vittoria, richiamare una pedina Gnomo eliminata precedentemente, alterare il numero di punti vittoria dati dalle carte missione.


Quando ogni giocatore ha eseguito il proprio turno, il round ha termine e vanno posizionate sul tabellone di gioco due nuove carte azione ed una nuova carta incantesimo, mentre si aggiungono solo due nuove carte missione eliminando le prime due che erano state posizionate all’estrema destra nel round precedente e girando le due rimanenti a faccia in giù, rendendole così carte missioni avanzate, che costano di più ma rendono meglio.


Fine del gioco

La partita termina dopo aver svolto 5 turni: a quel punto si dovrà semplicemente sommare, al numero di punti guadagnato durante la partita, quello relativo agli edifici costruiti nel proprio villaggio, valutando bene sia quelli semplici che le versioni potenziate che si possono ottenere al proprio turno spendendo le risorse richieste dall'edificio base già posizionato. Chiaramente chi avrà più punti a fine partita sarà dichiarato vincitore.




Conclusione


“Gnomeland” è un gioco che potrebbe risultare inizialmente non immediato, ha una curva di apprendimento molto graduale, date le numerose azioni che sarà possibile fare per gestire le risorse in soli 5 turni, ma già dopo qualche partita si può

cominciare ad attuare quel minimo di strategia che si incrementa man mano che si giocheranno più partite.


“Gnomeland” si presenta con delle splendide illustrazioni con grafica “cartoonesca” che rispecchia il tema sia sulle plance del giocatore che sui personaggi delle carte mercenario, come anche lo stampo dei meeple a forma di gnomo.


Gli gnomi sono soltanto 5 è vanno gestiti con parsimonia dato che una volta usati vanno scartati e non più utilizzabili, dunque si dovrà ponderare per bene la scelta delle azioni da fare.

Ogni turno di gioco e composto da azioni obbligatorie, per poter acquisire risorse, e di molte facoltative per le costruzioni ed incremento degli edifici, cercando di gestire al meglio i valori dei dadi per poter ottimizzare le risorse, dato che non tutte possono essere conservate nei magazzini che cambiano con la scelta di altre carte.


“Gnomeland” rimane comunque un gioco gradevole di media complessità, ha un buon numero di azioni, che combinandosi tra loro, rendono i turni veramente intensi, come accennato prima “Gnomeland” risulta non immediato alla prima partita ma che si fa apprezzare meglio dopo un buon numero di partite, uniche note negative le diamo al regolamento, poco chiaro e di difficile interpretazione, giocatori non navigati di giochi da tavolo, potrebbero avere difficoltà alla prima partita, e infine avremmo preferito che i giocatori iniziassero con due unità d’oro per poi poter partire con uno sprint in più .


Acquista il prodotto su Amazon da questo link per supportarci 😉


Consigliamo caldamente “Gnomeland” e ringraziamo Giochi Uniti per averci permesso di realizzare questa recensione.




Antonio Geusa & Angelo Greco

Passione Giochi Da Tavolo