Party Games

Recensione “The Chameleon”

Avete mai provato da bambini il brivido di essere colti in “flagranza di reato” dai vostri genitori combinando una marachella, mentre voi facevate I finti tonti? Questo gioco vi farà ritrovare quella tensione di essere beccati, facendovi sfoderare la vostra migliore faccia da glutei davanti agli amici!

Come avrete capito dal titolo sto parlando di “THE CHAMELEON”!

INFORMAZIONI DI GIOCO

THE CHAMELEON è un gioco di Rikki Tahta e La Mame, da 3 a 8 giocatori, dai 14 anni in su, per 10/15 min circa a partita, ed edito in Italia dalla Dal Tenda.

Vorrei iniziare col dire che già avendo in mano la scatola, di dimensioni contenute, possiamo apprezzare la semplicità dello stile e della colorazione scelta, ma soprattutto la genialità di nascondere la scritta THE CHAMELEON in una griglia di quadratini di colori leggermente diversi, proprio per richiamare il titolo e lo scopo del gioco, ovvero mimetizzarsi in mezzo agli altri giocatori! Ma andiamo per gradi.

Aprendo la scatola troviamo subito i pochi ma essenziali contenuti:

  • Il libretto delle regole, molto breve e ridotto
  • Un d6 giallo e un d8 blu
  • 40 tessere TEMA
  • 8 TESSERE BLU (di cui 7 tessere CODICE e una tessera CAMALEONTE)
  • 8 TESSERE VERDI (di cui 7 tessere CODICE e una tessera CAMALEONTE)
  • 1 tessera TEMA vuota e più grande delle altre
  • 1 pennarello cancellabile

SCOPO DEL GIOCO

Lo scopo del gioco, come già detto in precedenza, è quello di mimetizzarsi tra gli altri giocatori evitando di essere scoperto nel caso tu sia il Camaleonte, altrimenti, nel caso tu non sia, lo scopo è proprio quello di beccare il Camaleonte.

Capiamo meglio come funziona il tutto.

PREPARAZIONE DI GIOCO

Ipotizziamo una partita in 5 giocatori:

  • Prendete 5 TESSERE (o tutte blu o tutte verdi) di cui 4 sono tessere CODICE e 1 è la tessera CAMALEONTE.
  • Mescolate al centro del tavolo le carte TEMA.
  • Prendete i due dadi colorati.

Ora può iniziare la partita.

SVOLGIMENTO DEL GIOCO

Si mescolano le Tessere CODICE e quella CAMALEONTE e vengono distribuite fra i giocatori (che dovranno ovviamente tenere celate agli altri); si scopre una TESSERA TEMA e si lanciano i due dadi.

Ora i 4 giocatori che hanno le tessere CODICE possono capire, in base alla combinazione dei dadi, a quale delle 16 parole presenti sulla tessera TEMA si farà riferimento in questa partita. Invece a chi è toccata la tessera CAMALEONTE non sarà possibile capire a quale parola si fa riferimento poiché sulla sua tessera non sarà presente la griglia di combinazioni dei dadi, necessaria per capirla.

Una volta letta la parola segreta dai giocatori (tranne l’ignaro CAMALEONTE) tutti pensano ad una sola parola che abbia a che fare con quest’ultima e a turno, quando se la sentono, la pronunciano, fino a che ognuno non ha detto la propria. Poi inizia la discussione tra i giocatori su chi potrebbe essere il rettile trasformista, facendosi domande a vicenda e cercando vari contesti e motivazioni alle parole dette da tutti. Alla fine, tramite una votazione si deciderà chi, secondo il gruppo, è il Camaleonte. La persona accusata dovrà rivelare la propria tessera e se si è supposto giusto il Camaleonte sarà stato beccato, altrimenti l’avrà fatta franca!

Ora vi starete chiedendo:” Ma come fa il Camaleonte, se non conosce la parola segreta, a dirne un’altra che centri con questa???”. Beh il bello e la difficoltà del gioco sta proprio qui: il Camaleonte dovrà cercare una parola abbastanza vaga da poter essere associata alla parola segreta. E nella vostra testa starete pensando: “Beh ma che stupidata, basta che gli altri 4 giocatori dicano una parola molto specifica rispetto alla parola segreta!” E invece no! Perché se i 4 giocatori saranno troppo specifici faranno capire all’istante la parola segreta al camaleonte, che potrà mimetizzarsi al meglio, evitando di essere scoperto! In più c’è una regola: se alla fine delle votazioni il Camaleonte viene scoperto, egli avrà ancora una possibilità di salvarsi per vincere la partita, ovvero indovinare quale delle 16 parole della tessera TEMA era la parola segreta.

Vien da sé che anche i 4 giocatori che conoscono la parola segreta dovranno stare molto attenti: se diranno una parola troppo vaga, saranno additati come Camaleonte, mentre se saranno troppo specifici succederà quello appena descritto sopra!

Ci sono regole aggiuntive in base al numero di giocatori: se si gioca in 3 il Camaleonte, se beccato, avrà una possibilità in più per indovinare la parola segreta. Oppure se si gioca in 7/8 giocatori una volta che tutti hanno pronunciato la propria parola la tessera TEMA verrà girata a faccia in giù, per rendere più difficile la vita al Camaleonte che dovrà fare affidamento alla sua memoria visiva per ricordare le 16 parole presenti sulla tessera. Per quanto riguarda il punteggio invece

Per quanto riguarda il punteggio invece, se qualcuno ne dovesse avere il bisogno, si calcola così:

  • Se il camaleonte riesce a fuggire senza farsi scoprire ottiene 2 punti, mentre tutti gli altri non ottengono niente (se non un attacco di nervi!)
  • Se il camaleonte viene beccato, ma indovina la parola segreta, ottiene 1 punto, mentre tutti gli altri niente (oltre che il solito attacco di nervi!)
  • Se il camaleonte viene beccato e non indovina la parola segreta non ottiene niente, mentre gli altri giocatori ottengono 2 punti

Il primo giocatore a raggiungere i 5 punti sarà il vincitore, anche se a parere mio questo è uno di quei giochi in cui una partita segue l’altra, accompagnata da molte risate e necessari sfottò, senza mai il calcolo del punteggio.

CONCLUSIONI

Giocare a THE CHAMELEON è un’esperienza ludica davvero divertente e psicologica. Non si sa mai di chi fidarsi, a chi dare retta e di chi diffidare. Anche cercare di mescolarsi in mezzo a tutti quelli che conoscono la parola segreta, mentre tu ne sei all’oscuro, è stimolante e enormemente gratificante quando vedi che nessuno ti considera il “colpevole” accusando qualcun altro! A prima vista può sembrare un gioco banale e scontato, ma credetemi se vi dico che non lo è affatto, e non è per niente semplice giocarlo come invece ci si aspetterebbe, poiché quando ci sarete dentro ogni vostra certezza svanirà in un lampo.

In più ha una lunga longevità dato che le carte TEMA sono davvero tante, e le combinazioni dei dadi molte, quindi sarà raro che per un tema specifico vi esca due volte di fila la stessa parola segreta. Inoltre le tessere CODICE e CAMALEONTE sono divise in blu e verdi, per avere diversi risultati per combinazioni di dadi. E come se non bastasse c’è anche una tessera TEMA personalizzabile, dove col pennarello cancellabile potete inventarvi ogni volta temi e parole diverse con cui giocare.

Insomma, questo è un gioco che si pone tra i family game e i party game, che può essere leggero e divertente per passare tranquille e spensierate serate in famiglia, oppure giocato tra amici per ricorrere alle più bieche e malvagie menzogne per arrivare al mimetismo perfetto, contornato da discussioni epiche che resteranno nella vostra memoria per anni!

Se devo proprio trovargli un difetto/ limite è che giocato con persone non tanto avvezze alla discussione e al confronto lo farà risultare abbastanza freddo e indiscutibilmente meno divertente e stimolante. Ma tolto questo, almeno una partita la consiglierei a tutti, e vedrete che con il giusto gruppo di gioco passerete serate memorabili.

Acquista il prodotto su Amazon da questo link per supportarci 😉

Andrea Del Simone

Passione Giochi da Tavolo

2 pensieri su “Recensione “The Chameleon”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *